Enogastronomia, Home

Cioccolato e uova, un matrimonio che si doveva fare.

Prendi un simbolo universale di rinascita, aggiungi qualcosa di dolce, saporito e goloso a cui aggiungere una piccola sorpresa, ed ottieni un connubio indissolubile, gradito a tutti, e destinato ad un successo mondiale. L’uovo di cioccolato.

La prima produzione industriale di uova di cioccolato con sorpresa, si fa risalire all’azienda inglese dei Fratelli Cadbury nel 1875, la loro prima sorpresa era un dolcetto alle mandorle. Sempre a Cadbury si fa risalire la prima produzione industriale di uova al latte, tutt’ora regine del mercato, e molto gradite ai bambini.  Solo attorno al 1920 da Torino si diffusero in tutta Italia le uova di cioccolato con sorpresa. Le aveva precedute una produzione artigianale di alta pasticceria, già nella seconda metà del ‘700, ma senza sorpresa.

Il Piemonte con la Ferrero è tra i maggiori produttori mondiale di ovetti con sorpresa,  e risolte un paio di beghe burocratiche, si appresta a conquistare anche il mercato Usa. In Italia nella categoria snack, comprendente anche gli ovetti, raggiunge una quota di mercato del 60%. Gli ovetti dell’azienda di Alba hanno prodotto anche un curioso indotto proprio grazie alle sorprese, divenute oggetto di collezione. Alcune serie hanno raggiunto prezzi astronomici, per dei semplici mini-giocattoli in plastica.