Home

Full immersion nell’entertainment California

Impossibile annoiarsi: ad ogni angolo e in ogni momento è possibile vivere e ricevere stimoli, mettere in agenda mille cose da fare praticamente senza sosta, qui a Los Angeles.
Dopo una semplicissima prenotazione ci troviamo ad assistere ad uno degli spettacoli del momento, la stagione d’oro del musical, con la riproposizione di Crazy for you, un tribute agli anni ’30 con molti brani di George e Ira Gershwin, portato in scena da Susan Strotman vincitrice di ben 5 Tony Awards. Una full immersion musicale e interpretativa degna dei migliori attori, ballerini e cantanti. Il fascino del vintage è davvero coinvolgente.

Crazy for You

Abbiamo poi cercato di capire le nuove tendenze dei gruppi musicali, ma la scena pop e rock è incontrollabile per la velocità con cui gli eventi si susseguono, difficile orientarsi. Le band nascono e si sciolgono come neve al sole e già diverse cose che avevamo letto in Italia sono ormai scomparse. Possiamo dire che qui alcuni club hanno l’abilità di attirare i fermenti più nuovi e, tra questi, sicuramente, va’ citato Zebulon che sta vivendo una stagione di concerti ottima, ne potremo sentir parlare sicuramente.

Per la scena punk vi consigliamo il Bridgetown DIY, grandissima energia, ma adatto a tutte le età, compresa quella che il punk l’hanno vissuta veramente in diretta come il sottoscritto.

Alcuni amici ci hanno portato a vivere una esperienza indimenticabile: siamo andati al Mosonic Lodge at Hollywoos Forever, il club è fatto con lapidi prese dai cimiteri, e, nonostante i debiti scongiuri, è uno dei locali di cui si parla di più a L.A. e recentemente ha ospitato I Depeche Mode.

11

Anche il jazz sta riscoprendo una vera e propria stagione d’oro per cui irrinunciabile un salto al  The World Stage. Pur non essendo nostalgici della dance, molto trendy se vi va di ballare, al momento il miglior club è lo Union.

Certamente divertirsi a Los Angeles è una vera e propria professione: nulla viene lasciato al caso e scegliere fra tante proposte, fra le migliaia presenti in città, richiede tanta costanza. In ogni caso  rimane confermato un aspetto: qui negli USA una chance viene data a tutti e più di una volta nella vita, a tutte le età, con una informalità e assenza di burocrazia che ci fanno sbalordire. Molta apertura ovunque e per chiunque, al di là dell’immagine conservative che possiamo percepire dalla nuova veste che la politica sta dando a questa nazione.